Berlino Londra e Roma viste con gli occhi di Huawei P9 e Huawei P9 Plus


Berlino Londra e Roma viste con gli occhi di Huawei P9 e Huawei P9 Plus. Corriere della Sera, con la sua rubrica "Dove", ha visitato le tre capitali europee, durante tre "long weekend", con i due device sempre connessi e sempre carichi; e una fotocamera da professionista in missione, regalandoci scatti davvero fantastici di "tre capitali del Vecchio Continente, ricche di identità, di storia e di cultura, ma insieme anche laboratori sempre sorprendenti di nuovi tendenze,  luoghi dove succede sempre qualcosa e dove sempre si può scegliere tra movida e relax, avventura o contemplazione." (per il testo tra virgolette, copyright 2016, RCS MediaGroup SpA. Tutti i diritti riservati)

 

Berlino Londra e Roma viste da Huawei P9

Londra, una carica di energia (e di stile); Berlino, connessione Europa; Roma, a colori o in bianco e nero.

Durante questi tre weekend, Corriere della Sera ci racconta l'esperienza d'uso di questi due fantastici device, mettendo in risalto le loro peculiarità, che non risiedono solo nel comparto fotografico, ma anche in tanti altri aspetti, come la durata della batteria, la possibilità di ricarica rapida, il design sobrio ed elegante.

Berlino Londra e Roma viste con gli occhi di Huawei P9 e Huawei P9 Plus.
Estratto della parte finale dell'articolo

Chi dice che non si possono ottenere grandi scatti con la fotocamera di uno smartphone? Questo il messaggio. Per comunicarlo, Huawei ha chiesto il tocco di maestri della fotografia come Mario Testino, mago della  moda, che ha curato la campagna visual del prodotto. E ha chiesto di provare i suoi due nuovi prodotti di punta a star dell’obbiettivo come Mary McCartney di Leica, figlia d’arte di Paul McCartney, o a David Guttenfelder del National Geographic, vincitore del World Press Photo Award. (“Sono rimasto affascinato dalla nuova interfaccia e dalla fotocamera”, ha spiegato Guttenfelder, “specialmente per quanto riguarda la modalità monocromatica”). E ancora Reuben Krabbe, specializzato negli sport estremi, la comunità fotografica Eye Em, con più di 15 milioni di utenti, e Zhu Yinghao, firma fotografica di punta diChina Photographers e di Condé Nast Traveler (“Ho trovato utili molte caratteristiche della fotocamera come la possibilità di regolare la luce in maniera professionale il che è un bene per scattare sia fotografia di strada che documentarie”).  [copyright 2016, RCS MediaGroup SpA. Tutti i diritti riservati]

Condividi questa pagina

Lascia un commento